sabato 25 ottobre 2014


Ogni anno l'associazione Corporate Accountability International (CAI), chiede al pubblico di votare per la multinazionale che ritiene essere il "peggio del peggio". La "vincitrice" viene ammessa alla "hall of shame", un' ideale "sala della vergogna". Dopodichè la CAI si occupa di diffondere l'informazione a vari gruppi di pressione, in modo da spingere queste compagnie a cambiare il loro modus operandi, oppure per spingere governi o autorità locali ad introdurre regolamentazioni per ridurre gli scempi. 
Nel mirino non c'è solo l'inquinamento ambientale. La distorsione del sistema politico (corruzione, ecc), l'abuso di diritti umani ed il danneggiamento della salute pubblica sono gli altri fattori che, secondo l'associazione, vanno presi in considerazione quando si deve giudicare la nefandezza di una società piuttosto che un'altra. Comunque il giudice finale restano i votanti.

Se vuoi, vota anche tu!

Nella pagina dedicata al voto si può scegliere tra varie aziende proposte da loro (dalla Philip Morris, a Veolia, da Monsanto a Credit Suisse, da McDonalds alla Bayer), ma c'è anche un bottone per inserire e votare una società di vostra scelta che non compare sull'elenco.
Un'idea niente male, questa dell'assegnazione del voto di peggior azienda dell'anno. Un'etichetta scomoda, che se pubblicizzata e condivisa dalla rete nella giusta misura, può contribuire a modificare l'atteggiamento dell'azienda vincitrice, e forse a limitarne i danni.
In fondo tentar non nuoce, e un clic non costa niente.

Posted on 17:53 by Informazione Consapevole

No comments



Di Salvatore Santoru

La politica è lo specchio della società, e viceversa.
Certamente questa frase può sembrare banale o meramente retorica, ma le cose stanno esattamente così, e la dimostrazione la si ricava ogni giorno.

Pensando alla situazione italiana, un Renzi o un Berlusconi e più in generale la famigerata "casta" rappresentano alla perfezione la società italiana nel suo insieme, tanto che si potrebbe dire che ne costituiscono una sorta di "inconscio collettivo".



Clientelismo, affarismo, esibizionismo, degrado etico e arroganza è ciò su cui prospera la "casta", così come la società italiana.



A livello internazionale, oltre agli aspetti già elencati sopra la politica è basata sui rapporti di forza e la sudditanza ai diktat economici, proprio com'è la società mondiale nel suo insieme.

C'è anche da dire che tutto ciò è stato reso possibile grazie all'intesa campagna di propaganda veicolata dai mass media, che ha imposto quei modelli disfunzionali e distruttivi che ci stanno portando alla rovina culturale,etica e sociale.



Alla fine ha ben poco senso prendersela con un Berlusconi o Renzi qualunque o con il "sistema", perchè se si vuole realmente cambiare le cose, bisogna partire dal basso e dalle relazioni interpersonali.

Solo così si può cambiare la società, e per inteso portarla verso un cambiamento positivo, visto che sino ad ora è stata radicalmente cambiata ma negativamente per volere di una ristretta oligarchia parassitaria.



Può sembrare inizialmente impossibile, ma come diceva Ezra Pound "tutti i grandi cambiamenti sono semplici".

Posted on 00:02 by Informazione Consapevole

No comments

giovedì 23 ottobre 2014


Di Jan Quarius

Qualche volta mi capita di stare in posti pubblici e comunicare con le persone. Più spesso invece lo faccio tramite i social network, i forum ed in genere su internet. Un aspetto importante durante la comunicazione è quello di renderti conto di non essere completamente libero di parlare di qualunque cosa ti passi per la testa. Questo perchè molte volte succede che se affermi una determinata cosa o analizzi una situazione particolare, l'interlocutore ti risponde in questo modo: "ma perchè ti interessa l'argomento in questione?", "come mai ti preoccupi di questo aspetto della vita?", "hai qualche problema per caso?" o "non sei abbastanza felice?".
Sembra che non siano preoccupati d'altro che delle solite faccende: lavoro, studio e divertimento. Per il loro cervello, argomenti come il senso della vita o la critica di una determinata caratteristica della nostra società marcia, sono cose lontane, noiose, inutili e da sfigati che non hanno niente da fare. Questo modo è paragonabile al caso del saggio che indica la luna e lo stupido che invece di guardare la luna, guarda il dito. Sono stufo di questo aspetto banale della maggior parte delle persone.

Per la nostra sfortuna siamo costretti ad essere impegnati per non pensare a cose che magari ci fanno paura ma sono importanti per un essere pensante. Il sistema infatti, ci impone ad essere tali, cioè: poco riflessivi, ottusi, superficiali e privi di alcuna curiosità per ciò che sta oltre la semplice esistenza odierna. E noi non ci rendiamo conto che il sistema in cui viviamo ci schiavizza impedendoci di essere noi stessi e ci crea l'illusione di essere liberi. Ad esempio crediamo di essere svincolati perchè abbiamo il diritto al voto, o la libertà di pensiero, oppure il diritto alla critica, o magari perchè possiamo scegliere un posto dove lavorare o studiare.

E' un ragionamento troppo accurato e inverosimile per essere vero? E' talmente surreale pensare che esista davvero una cospirazione tra i poteri globali che hanno pianificato a tavolino tutto quello che oggi ci circonda? Oppure è il semplice andamento delle cose e l'interesse di dominare a muovere i poteri globali e tutto il resto va da se?

Naom Chomsky elaborò la lista delle 10 strategie della manipolazione delle masse. Si può leggere le seguenti righe della prima tecnica - la strategia di distrazione:
[...] Mantenere l’attenzione del pubblico deviata dai veri problemi sociali, imprigionata da temi senza vera importanza. Mantenere il pubblico occupato, occupato, occupato, senza nessun tempo per pensare, di ritorno alla fattoria come gli altri animali (citato nel testo "Armi silenziose per guerre tranquille").
E' questo il modo in cui il sistema ci schiavizza e ci rende degli automi. Siamo dei robot, già da molto tempo e non ce ne rendiamo conto. Purtroppo non esiste ancora una soluzione valida che ci possa rendere liberi. L'unico modo per affrontare quel che ci circonda e sviluppare la nostra consapevolezza interiore e conoscerci meglio.

Dobbiamo diffondere la voce. Dobbiamo svegliare gli altri per svegliare noi stessi. Dobbiamo iniziare a vivere umanamente per vedere il mondo trasformarsi in qualcosa che vogliamo vedere e sopratutto non scoraggiarci mai. Ci sarà sempre qualcun altro che ci sosterrà!

Posted on 21:10 by Informazione Consapevole

No comments



Di Salvatore Santoru

Mai come oggi, la società umana è stata caratterizzata dal ricorso alla dipendenza.
Ovviamente, da che mondo e mondo l'essere umano è dipendente per natura ma la particolarità odierna è che tale dipendenza ha raggiunto livelli abissali ed è perlopiù artificiale.

Tralasciando il versante patologico di certe dipendenze ( sostanze stupefacenti, gioco d'azzardo e così via ), è abbastanza noto che anche a livello per così dire "normale" non possiamo fare a meno di essere dipendenti: ad esempio dagli smartphone o dai tablet, dai nostri film preferiti così come dai social network e il web in generale.



Tutto ciò risulta paradossale in quanto siamo abituati a credere di vivere in una società fondata sulla maggiore autodeterminazione e indipendenza storicamente possibile.

E invece, anche tralasciando la tecnologia e i media si può ben constatare che siamo sempre fortemente dipendenti da qualcosa, ad esempio dal prestigio sociale e economico, dai giudizi degli altri, dai criteri stabiliti per indicare cosa è "cool" e cosa non va per essere "in", e così via.



Con una piccola riflessione si può ben capire che la tanto decantata libertà al giorno d'oggi è praticamente un'illusione, e ancor di più lo è l'indipendenza, visto che dalla culla alla tomba siamo legati a tutto ciò che è stato descritto sopra, e ci sembra anche assai improbabile una vita senza tutte queste cose.

Essendo le riflessioni del tutto fuori moda in questo momento, in fin dei conti forse è meglio non farsi troppi problemi ora, ma quando sarà trend la consapevolezza di ciò, allora tutti capiranno ciò che c'è da capire, e sicuramente sarà un passo verso una società migliore e maggiormente consapevole e libera.

Posted on 19:32 by Informazione Consapevole

No comments

martedì 21 ottobre 2014



Di Fausto Carotenuto

E' impressionante come sia facile far accettare qualsiasi cosa dopo aver infatuato una massa di persone lanciandola contro qualcuno.
In Italia si è creato un nemico “casta”, ma non perchè fosse corrotta. Quello per certi oscuri poteri certo non è un problema... Lo si è fatto solo per bloccare con campagne di odio le libere coscienze e per favorire una “supercasta” che quella casta ormai inutile ai suoi disegni mondialisti voleva eliminare…
I nazisti condizionarono un intero popolo con l'odio per gli ebrei, trasformandolo per qualche anno in una macchina di morte.
Gruppi oscuri islamici, spinti da centrali internazionali, alimentano da decenni l’odio per l’Occidente nelle masse islamiche, generando schiere di fanatici.
La minaccia terrorizzante islamica, così costruita, genera campagne di odio emergenziale in occidente contro islamici, immigrati, ecc…
E si possono fare nuove guerre con il sostegno delle masse.Non si scherza con l'uso dell'odio.

Uno dei metodi principali per il controllo delle masse è  proprio quello dell'odio. Importante per condizionare e contemporaneamente enorme ostacolo alla costruzione di una societá armoniosa, basata su coscienze libere. Veramente capaci di fare il bene e di dare del filo da torcere agli antichi poteri di dominio.
Odiare fa male prima di tutto a chi odia: toglie serenità, lucidità, libertà...
In politica e nella società ci vogliono soluzioni intelligenti ed energiche dettate dal coraggio dell'Amore. Diffondere idee, conoscenze, consapevolezza, verità, libertá. Giustizia, anche inflessibile. Ma accompagnata da vera compassione...
Alle onde di odio nelle quali ci vogliono coinvolgere opponiamo la ricerca della consapevolezza ed una genuina voglia di Bene, per tutti.

Fonte:http://coscienzeinrete.net/spiritualita/item/2135-l-odio,-antico-trucco-del-potere-da-dissolvere-con-un-consapevole-amore

Posted on 10:15 by Informazione Consapevole

No comments

lunedì 20 ottobre 2014



Di Salvatore Santoru

I semi di Chia, nota anche come "Salvia Hispanica", presentano diversi benefici, a partire dall' altissimo contenuto di Vitamine e Sali minerali, e quindi risultano come integratori alimentari naturali.
 Inoltre sono considerati benefici a livello dell’apparato cardiovascolare per quanto riguarda la prevenzione delle malattie ad esso legate. Chi soffre di pressione alta potrebbe trovare giovamento aggiungendo i semi di Chia alla sua alimentazione, poiché essi sono considerati in grado di contribuire alla regolazione della pressione sanguigna.

 Sono anche adatti a coloro che desiderano perdere peso, poiché sono in grado di fornire nutrienti essenziali ed energia senza che l’organismo richieda di assumere grandi quantità di alimenti in sovrappiù. Non contenenendo assolutamente glutine la loro assunzione è quindi possibile e consigliata anche a chi soffre di celiachia.



semi di chia

Posted on 18:28 by Informazione Consapevole

1 comment

venerdì 17 ottobre 2014


Di Chiara Boracchi

Tra dieci anni le nostre città potrebbero funzionare grazie a reattori nucleari a fusione, quelli “puliti”, per intenderci.

Ad affermarlo è la Lockheed Martin Corporation, società aerospaziale che si occupa di ricerca scientifica e sicurezza globale, principale fornitore del Pentagono e sempre più coinvolta in progetti che riguardano l’utilizzo di energie alternative.

Il progetto a cui il team dell’ingegnere Tom McGuire sta lavorando è una struttura di reattore compatto di circa 3 metri per due, grande poco più del retro di un camion e 10 volte più piccola degli attuali reattori a fissione.

Tra-10-anni-il-mondo-funzionerà-a-fusione_2
Foto © Lockheed Martin

Come ha raccontato lo scienziato alla Reuters, sarà possibile testare la tecnologia entro un anno, far funzionare un prototipo entro cinque e metterla a regime entro dieci.

Il progetto cerca di “copiare” il sole e le altre stelle e di sfruttare l’energia rilasciata durante la fusione nucleare (gli attuali reattori sono a fissione), quando gli atomi si combinano in forme più stabili.

“Possiamo fare una grande differenza sul fronte energetico,” ha detto McGuire, ricordando che la Lockheed ha 60 anni di ricerca sulle spalle in merito alla fusione nucleare come fonte di energia alternativa.

L’azienda considera il progetto come parte di un piano per risolvere i problemi energetici mondiali e  affrontare il cambiamento climatico globale, ridurre i conflitti dovuti alle risorse e i problemi derivanti dall’utilizzo di fonti energetiche “sporche”.

Il team di scienziati fa infatti sapere che una stessa quantità di combustibile “pulito” avrebbe una resa superiore 10 milioni di volte rispetto al combustibile fossile (come il carbone).

La fusione presenta svariati vantaggi ambientali: la maggior parte delle scorie ha una bassa radioattività che si esaurisce in soli cento anni (quelle della fissione si esauriscono in 100.000), riducendo di molto il problema dello stoccaggio; produce un gas di scarico non radioattivo, ossia l’elio; non produce gas ad effetto serra; non produce plutonio; il combustibile principale della fusione, il deuterio, è estratto dall’acqua, mentre il trizio proviene da depositi di litio naturali.

McGuire ha addirittura affermato che i reattori futuri potrebbero usare un carburante diverso ed eliminare così completamente i residui radioattivi, diventando totalmente ecosostenibili.

Non resta che aspettare gli sviluppi di questa tecnologia.

foto di copertina © static.businessinsider.com

Fonte:http://www.lifegate.it/persone/news/tra-10-anni-il-mondo-funzionera-fusione

Posted on 20:28 by Informazione Consapevole

No comments



Di Salvatore Santoru

La società contemporanea ha raggiunto livelli di massificazione e omologazione estremi.
In fin dei conti tutti facciamo più o meno le stesse cose, si parla un minuto sì e l'altro pure di "libertà", ma in fin dei conti reale libertà non è che esista.

Come diceva Goethe "nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero".
Difatti, la "libertà" di scelta tanto idealizzata, è solo un'illusione.




Dalla culla alla tomba siamo costantemente bombardati dalla pervasiva propaganda della cosiddetta "cultura di massa" odierna, che si estrinseca tramite la martellante pubblicità commerciale e la diffusione di sempre nuove tendenze e mode.

Ci si divide tra cosiddetti "conformisti" e gli autodichiarati "anticonformisti" ,"mainstream" e "alternativi", ma la sostanza non cambia: identica omologazione e conformismo imposto dai diktat sociali.



C'è da segnalare un piccolo particolare e "paradosso" per la società contemporanea, basata sulla massificazione totalitaria.

Infatti, in essa tutti credono e affermano di essere diversi dagli altri, "speciali", "unici" e così via, e in fin dei conti sono tutti uguali.



Insomma, una società di massa formata da gente che dice di non seguire la massa di cui fanno parte...  un bel paradosso, no ?

Posted on 16:49 by Informazione Consapevole

No comments