venerdì 29 aprile 2016



Di Salvatore Santoru

Secondo quanto riportato da "Tgcom 24", in Iran si torna al voto per il secondo turno delle elezioni parlamentari.
 In palio vi sono 68 decisivi seggi, e i due principali schieramenti che se li contendono sono i riformisti-moderati dell'attuale premier della Repubblica Hassan Rohani, e gli islamisti più conservatori che invece fanno capo all'ayatollah Khamenei. 
Al primo turno i riformisti sono riusciti a conquistare 86 seggi su 290, mentre i conservatori 67.

NOTE E PER APPROFONDIRE:
http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/l-iran-torna-al-voto-elezioni-decisive-per-i-riformisti_3005618-201602a.shtml

http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/elezioni-in-iran-trionfano-i-riformisti-rohani-avete-creato-una-nuova-atmosfera-_2162427-201602a.shtml

FOTO:http://www.aljazeera.com

Posted on 13:09 by Informazione Consapevole

No comments

La polizia italiana ha arrestato quattro persone nel corso di un’operazione antiterrorismo, tra cui un uomo nato in Marocco e residente in Italia che aveva ricevuto l’ordine dall’Isis di compiere attacchi contro Roma.
Il procuratore di Milano Maurizio Romanelli ha riferito che gli inquirenti hanno intercettato comunicazioni provenienti dal territorio controllato dall’Isis in cui vengono dati ordini di compiere attacchi terroristici in Italia, “con particolare attenzione alla città di Roma” e all’Anno Santo del Giubileo, attualmente in corso.
L’uomo con origini marocchine è stato identificato con il nome di Abderrahim Moutahrrick, cittadino italiano con la passione per la boxe. Insieme a lui è stata arrestata la moglie, Salma Bencharki. Secondo le ricostruzioni, entrambi avevano pianificato di lasciare Lecco per raggiungere il territorio in mano all’Isis insieme ai loro due figli, rispettivamente di 2 e 4 anni.
La terza persona arrestata è anche lui un cittadino marocchino, intenzionato a partire insieme ai due. È stato fermato a Varese e identificato come Abderrahmane Khachia. Secondo gli inquirenti, la morte risalente allo scorso anno del fratello più grande di Abderrahmane, Oussama Khachia - arruolatosi in battaglia tra le fila dell’Isis - ha portato a un forte processo di radicalizzazione in Italia tra alcuni aspiranti combattenti del gruppo estremista jihadista.
Il fratello di Abderrahmaneth era stato espulso dal territorio italiano e da quello svizzero nel 2015, prima di raggiungere i territori della Siria in mano ai combattenti del sedicente Stato islamico.
La quarta persona arrestata oggi è Wafa Koraichi, di 24 anni, sorella di Mohamed Koraichi, l’uomo che della Siria ha ordinato ai suoi compagni di compiere attacchi per l'Isis in Italia, secondo le intercettazioni ottenute dagli inquirenti e citate dal procuratore di Milano.
Mohamed Koraichi, 32 anni, anche lui d’origine marocchina, è sposato con Alice Brignoli, 39 anni, ha tre figli e si è arruolato tra le fila dell’Isis, da dove stava anche organizzando il ricongiungimento dei suoi compagni ancora residenti in Italia insieme alle loro mogli e figli.    
Le autorità hanno emesso un avviso di garanzia nei confronti della coppia italo-marocchina Koraichi, che si ritiene sia ancora nel territorio controllato dall’Isis.
Romanelli ha aggiunto che i messaggi con cui combattenti dell’Isis hanno ordinato agli aspiranti terroristi di attaccare il territorio italiano sono da ritenersi “molto seri e forti”, a dimostrazione che l’attuale politica dell’Isis è ancora fortemente incentrata sull’instillare terrore in occidente tramite attacchi terroristici in quei paesi in cui i foreign fighter risiedono da tempo.
Il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha annunciato che “c’era la seria intenzione di colpire l’Italia e che i presunti attentatori avevano già deciso che avrebbero proceduto, anche se non erano ancora del tutto pronti per l’attacco terroristico".
Il premier italiano Matteo Renzi ha elogiato l’operazione anti-terrorismo definendola “molto importante”.

Posted on 13:01 by Informazione Consapevole

No comments

polaris

Si svolge stamane presso l’auditorium dell’Area della ricerca di Pisa del Cnr il trentennale di Internet con un programma ricco di interventi pensati come una ideale timeline che, partendo dal 1986, si spinge a disegnare gli scenari futuri di Internet. 

Dopo i saluti istituzionali di Domenico Laforenza, direttore dell’Iit-Cnr e responsabile dell’Area Cnr di Pisa, e del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, del sindaco di Pisa Marco Filippeschi, interverranno molti ospiti, tra i quali alcuni protagonisti dell’epopea internettiana, e cioè i pionieri del Cnuce-Cnr: Luciano Lenzini, Gianfranco Capriz, Stefano Trumpy, Marco Sommani, Antonio Blasco Bonito. Interverrà anche il presidente del Cnr Massimo Inguscio. Per tracciare le linee dell’Internet del futuro, sono previsti gli interventi di Renato Soru, presidente di Tiscali,Roberto Sabella, direttore ricerca ed innovazione di Ericsson, Giancarlo Prati, direttore dell’Istituto di tecnologie della comunicazione, dell’informazione e della percezione della Scuola Superiore Sant’Anna,Marco Conti, direttore del Dipartimento di ingegneria, ict e tecnologie per l’energia ed i trasporti del Consiglio nazionale delle ricerche (Diitet-Cnr) e di Francesco Pavone (direttore del Lens dell’Università di Firenze). A concludere i lavori sarà un intervento alle 12 in diretta in videocollegamento da palazzo Chigi del presidente del Consiglio Matteo Renzi.
Entrai al Cnuce nel settembre del 1972 come studente lavoratore ai grandi calcolatori. Avevo 20 anni e ho avuto la possibilità di lavorare con persone di altissimo profilo professionale, in un ambiente irripetibile intriso di competenze e entusiasmo. Oggi, con una punta di commozione, posso dire ‘Si, io c’ero!‘”, dichiara Laforenza. “Il Cnr è stato, è e resta un protagonista indiscusso nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione”, osserva Inguscio. “Questo evento non è una semplice commemorazione ma anzi ci lancia verso il futuro. La stessa sinergia tra Cnr, Università e mondo industriale che portò alla nascita della Cep (la Calcolatrice elettronica pisana) e allo sviluppo dell’informatica pisana che oggi ricordiamo promette di essere vincente nelle nuove comunicazioni, che si baseranno sulle tecnologie quantistiche. Una flagship sulle tecnologie quantistiche è stata appena approvata dalla Commissione europea e l’Italia è pronta a ricoprire un ruolo da protagonista“. L’Italian Internet Day diventa anche un film-documentario dal titolo ‘Login. Il giorno in cui l’Italia scoprì Internet‘, scritto da Riccardo Luna e diretto da Alice Tomassini. Alcuni estratti del docu-film verranno mostrati al pubblico nel corso dell’evento di Pisa, mentre la versione integrale andrà in onda in prima visione stasera su Rai5 alle ore 19.50.

Posted on 12:55 by Informazione Consapevole

No comments



Di Salvatore Santoru
In Austria l'estrema destra ha trionfato al primo turno delle elezioni presidenziali ottenendo il 36,4% dei voti, a scapito del 20,4% del candidato dei Verdi Alexander van der Bellen, arrivato secondo. I motivi dell'ascesa e della vittoria dell'estrema destra austriaca sono da cercare nel particolare contesto di crisi economica e finanziaria che sta interessando l'UE così come nella crisi migratoria e nelle difficoltà della sinistra socialdemocratica e della destra neoliberista di gestire il malcontento popolare che trova una facile sponda nella direzione populista del partito di destra radicale  FPO("Partito della Libertà Austriaco") e del suo leader Norbert Hofer, che è riuscito a conquistare la fiducia di molti elettori con le sue dichiarazioni contro l'Unione Europea e il Ttip così come con le proposte anti-immigrazione.
Inoltre, Hofer è riuscito ad avviare una strategia politica di estrema destra meno aggressiva delle solite ed è conosciuto per il suoi atteggiamenti cordiali, tanto che viene descritto nei media come il "volto moderato" dell'estrema destra.
 Secondo quanto riporta il sito "Formiche", però non mancano anche posizioni decisamente più radicali nel leader dell'FPO, a partire dalla sua intenzione di aumentare l'influenza del ruolo istituzionale e il potere del capo di Stato e non dimenticando la sua affiliazione alla confraternita "Marko-Germania", avente tendenze pangermaniste.
Inoltre c'è da segnalare che la recente vittoria del FPO può essere compresa anche tenendo conto della storia del partito, che partendo da tendenze liberalconservatrici, tanto da far parte della stessa "Internazionale Liberale", negli ultimi anni ha avuto diverse svolte che l'hanno portato a diventare un partito che si basa su un forte populismo nazionalista e che rientra nel filone "nazionalconservatore", e tra e sue "battaglie" annovera la critica dell'attuale Unione Europea e dell'immigrazione, il sostegno alla Russia e il blocco dell'islamizzazione in Europa.

NOTE E PER APPROFONDIRE:

Posted on 12:39 by Informazione Consapevole

No comments

Di Filomena Fotia
Inizia una nuova era aerospaziale per la Russia: oggi alle 05:01 ora locale è avvenuto il lancio del primo razzo vettore Sojuz-2.1A con a bordo tre satelliti dal cosmodromo Vostochny. Al lancio storico hanno assistito il presidente russo Vladimir Putin, il vice primo ministro Dmitrij Rogozin, il capo di Roscosmos, Igor Komarov, e il comandante delle forze aerospaziali, il generale Aleksander Golovko. Il blocco vettore Volga ha il compito di condurre in orbita l’apparecchiatura spaziale russa Aist-2D, un satellite di ricerca dell’Università statale di Mosca Mikhail Lomonosov, ed un nano-satellite, il Samsat-218d. Il distacco di quest’ultimo dal corpo del Volga è avvenuto alle ore 06:07 di Mosca (le 05:07 in Italia). Dopo 10 secondi dall’unità si è separato il satellite e “Aist-2D.”
Inizia così una serie di eventi in programma per il cosmodromo: tra questi il lancio dei satelliti Kanopus e Meteor, che avverrà nella seconda metà del 2018.
LaPresse/Reuters
Il primo stadio del Sojuz-2.1a è ricaduto nell’Amur, la carenatura e i razzi di secondo stadio sono cadute nella Repubblica di Sakha (Yakutia), ed è avvenuto con successo anche il distacco del terzo stadio. Il rientro in atmosfera dell’unità Volga, in base alla riduzione dell’orbita, è avvenuto alle ore 11:54 locali, ed i frammenti incombusti sono caduti in mare alle 12:05 locali. Il presidente russo Vladimir Putinsi è congratulato con i responsabili Roscosmos e del cosmodromo Vostochnij per il successo del lancio, rimandato ieri per motivi tecnici: “Voglio congratularmi. C’e’ da essere orgogliosi. Ieri la parte tecnica ha un po’ ecceduto in zelo, in linea di principio si sarebbe potuto procedere, ma l’equipe tecnica ha esagerato e fermato il lancio. E’ una cosa normale“. “La cosa più importante è che la piattaforma, costruita funzioni“, “certamente è un passo molto serio e significativo nello sviluppo della cosmonautica russa“. “La Russia resta il leader per il numero di avviamenti; ma quello a cui ci troviamo di fronte è un gran numero di fallimenti. E deve esserci una risposta tempestiva. Se questo è dovuto alla trascuratezza, alla mancanza di controlli sui processi critici, voglio capire come avvengono le scelte in questi casi“.
Nello stesso giorno, Charles Bolden, amministratore della NASA, aveva dichiarato che non vi è più una corsa per lo spazio, ma una conquista congiunta di esso: “Noi non conduciamo più la corsa allo spazio l’uno contro l’altro. Si esplora lo spazio esterno insieme per il successo comune“.

Posted on 00:02 by Informazione Consapevole

No comments

giovedì 28 aprile 2016



Di Salvatore Santoru

Le opinioni di Donald Trump e di Hillary Clinton sulla politica interna statunitense sono ormai alquanto conosciute presso l'opinione pubblica statunitense e mondiale, mentre lo stesso non si può dire della politica estera.
Di seguito delle brevi descrizioni sulle vedute dei due candidati sulla tematica.

La politica estera secondo Trump

Recentemente Trump ha fatto conoscere la sua posizione sul ruolo che gli USA dovrebbe avere verso l'esterno e ha contestato il mito che vuole un'America come "poliziotto del mondo" e potenza super-imperialista, sempre pronta e disponibile ad intervenire militarmente, in modo "umanitario" o meno, all'estero.
In generale, Trump sostiene una politica estera basata su non-interventismo e sulla problematica del terrorismo globale ha sostenuto che bisogna portare avanti una dura lotta contro l'Isis.

La politica estera secondo Clinton

Diversamente da Trump, la Clinton sposa invece una politica estera più interventista e garante del consolidamento del ruolo egemone degli USA nelle relazioni internazionali, in questo modo in una sorta di "continuum" con le gestioni Bush/Obama.

Inoltre, la Clinton ha sostenuto che gli USA hanno bisogno di una "leadership forte" e di una strategia meno accomodante nei confronti della Russia e dell'Iran, verso cui la Clinton sostiene siano necessarie nuove sanzioni. Inoltre, la candidata del Partito Democratico sostiene,a differenza di Trump, la permanenza e il rafforzamento degli Stati Uniti all'interno della NATO e una politica di sostegno ad Israele, in disaccordo con le recenti politiche tendenzialmente filo-palestinesi portate avanti dall'amministrazione Obama.

NOTE E PER APPROFONDIRE:

http://it.blastingnews.com/politica/2016/04/la-politica-estera-statunitense-secondo-donald-trump-e-hillary-clinton-00898105.html

http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2016/04/la-politica-estera-di-donald-trump.html

http://www.huffingtonpost.it/2016/03/24/clinton-trump-politica-estera_n_9537812.html

http://www.progettodreyfus.com/hillary-clinton-si-candida-alle-presidenziali-la-sua-posizione-su-israele/

FOTO:http://www.ilgiornale.it

Posted on 23:51 by Informazione Consapevole

No comments

Snowden, il film che mostra la vicenda di Edward Snowden. Film con Joseph Gordon-Levitt e Shailene Woodley.
Segue il trailer:

Posted on 14:21 by Informazione Consapevole

No comments



Di Salvatore Santoru

Direttamente dagli Stati Uniti D'America deriva l'allarme che l'Isis avrebbe a disposizione numerose cellule dormienti disposte a compiere attentati terroristici in diversi paesi europei, compresa l'Italia. 
L'avvertimento deriva dalle dichiarazioni rilasciate al quotidiano "Christian Science Monitor" dal direttore della "National Intelligence" del governo statunitense James Clapper.
Clapper ha sostenuto che l'intelligence statunitense continua a riscontrare prove di presunti piani terroristici e che tutto ciò desta preoccupazione per gli States così come per i paesi europei alleati.


Intanto, in Italia l'allerta lanciata da Clapper è stata ridimensionata e stando a quanto riportato dal "Corriere Della Sera", il presidente de Copasir Giacomo Stucchi ha spiegato che tale avvertimento manca dell'indicazione "di una minaccia puntuale e specifica", e ha sostenuto che si tratta semplicemente di un "warning generico", senza l'esistenza di riscontri concreti.

NOTE E PER APPROFONDIRE:




Posted on 12:17 by Informazione Consapevole

No comments

прямаялиния

Di Martina Napolitano

http://www.eastjournal.net/

Giovedì 14 aprile a partire dalle 12 (ora di Mosca) è stata trasmessa l’annuale “Linea Diretta” con Vladimir Putin, quest’anno alla quattordicesima edizione. Si tratta di un particolare reality/talk show, nel quale al presidente vengono poste domande da parte dei cittadini su temi e questioni che vogliono sollevare. Il risultato della trasmissione (quest’anno durata circa 3 ore e mezza) è un incredibile accrescimento della popolarità putiniana, garantito dalla maestria oratoria dell’intervistato, che si mostra vicino e accessibile alla popolazione, anche attraverso l’uso di un registro medio, semplice, diretto e chiaro, nel quale non mancano nemmeno vezzeggiativi e diminutivi nel rivolgersi ai propri interlocutori (Katja per Ekaterina per intenderci). Le domande pervenute ai centralini del Gostinyj dvor di Mosca, dove si è svolta la “Linea Diretta”, sono state oltre 2 milioni (attraverso chiamate, messaggi, video ed anche il social popolare in Russia vKontakte); a circa 80 di esse il presidente ha risposto. Temi favoriti l’economia, la politica interna ed estera, le questioni sociali e amministrative (stipendi non pagati, pensioni basse, infrastrutture più che precarie o inesistenti, ma si è parlato anche delle prossime elezioni), ed anche i recenti Panama Papers.

Economia

La crisi economica in Russia si fa sentire, e non a caso molti cittadini hanno sollevato la questione dell’inflazione, che, a loro avviso, soprattutto sui prodotti alimentari e sui medicinali è cresciuta ben oltre il 12,9% attestato dal governo. Putin ha riconosciuto un certo grado di verità in ciò, per quanto abbia ribadito che i dati distribuiti dal governo sono veritieri: “bisogna credere sia allo scontrino che al governo” ha affermato. Ha poi comunque sviato il discorso sulla provenienza delle merci: la Russia, ha affermato, ha rinunciato a molte merci estere, ma deve ancora lavorare sulla produzione interna. L’economia russa, a suo parere, si trova al momento in una zona grigia: “la situazione ancora non si è riassestata, ma il trend è positivo” e promette una crescita già a partire dal prossimo anno. A chi domanda se il paese non si sia economicamente “chiuso in se stesso”, Putin risponde che gli esperti non danno affatto questa lettura alla situazione.

Amministrazione interna

A qualsiasi questione venga sollevata dai cittadini, Putin ha sempre una risposta pronta, che conferma l’operato del governo già attivo su questo o quest’altro fronte (siano esse le infrastrutture o gli stipendi non pagati). Alle elezioni il suo partito Edinaja Rossija (Russia Unita) si presenterà, a suo avviso, bene, se non altro per l’esperienza maturata al governo negli anni. Governare un paese per così tanto tempo vuol dire assumersi delle responsabilità, ha detto il presidente, “anche per quelle questioni che ancora non si sono affrontate”. Parlando degli altri partiti ha, a suo modo, riconosciuto loro anche personalità importanti: “il sindaco di una delle città più importanti (Ekaterinburg) è diventato – come si chiama? – rappresentante della Demokratičeskaja Platforma (in realtà della Graždanskaja Platforma, nda)”.

Kadyrov

In merito alla recente e “inaspettata” conferma di Kadyrov a presidente della Repubblica Cecena, e alla presunta minaccia che lo stesso attraverso un video avrebbe fatto a Michail Kas’janov (presidente del partito PARNAS), Putin si è espresso non condannando in alcun modo il leader ceceno; ne ha al contrario ricordato il passato e il carattere turbolento, nonostante il quale tuttavia Kadyrov ai suoi occhi è rimasto una persona buona, sincera.

Siria

Le forze russe in Siria hanno operato bene; Putin ne ha annunciato il ritiro nel momento in cui “l’esercito siriano si è trovato in una situazione tale da poter condurre operazioni autonomamente”. Ad una risoluzione del conflitto, in ogni caso, si può arrivare a suo avviso solo attraverso la diplomazia.

Nagorno-Karabakh

I recenti scontri nella regione caucasica non lasciano indifferente la Russia; Putin invoca il raggiungimento di un compromesso. “È un conflitto di lunga data; è stato come congelato. Purtroppo è esplosa la violenza. Faremo di tutto perchè si riassesti la situazione. Anni fa mi pareva che un compromesso fosse stato raggiunto, ma evidentemente non è stato così. Tuttavia continueremo a collaborare. Checché se ne dica, la Russia è interessata al risolvimento di questa questione”.

Ucraina

Riguardo l’attuale situazione in Ucraina Putin ha commentato: “Non si è registrata nessuna scelta democratica e civile. Gli stessi oligarchi hanno in mano il potere, e tengono i propri conti in offshore all’estero (riferendosi a Porošenko, nda)”. Anche economicamente il paese non ne ha giovato: “l’inflazione in Ucraina ora è al 49%, le tariffe sul gas si sono alzate più del 50%” ha affermato il presidente. Per quanto riguarda gli accordi di Minsk sul Donbass, Putin ha girato la questione alle controparti “occidentali”: la Russia, a suo parere, “ha fatto tutto ciò che è stato richiesto”, ed ora tocca all’Ucraina ed ai suoi partner “seguire la via indicata” dal Protocollo. Inoltre, ha affermato di concordare con Porošenko sulla proposta di armare i rappresentanti OSCE nell’area. Non è mancato il tema Crimea, presentato anche attraverso una videochiamata in diretta dal porto da dove si sta avviando la costruzione del ponte che attraverso lo stretto di Kerč dovrà unire Russia e Crimea. Gli interlocutori di Putin dalla Crimea hanno disegnato una cartina quasi turistica della penisola, invitandoci anche il presidente per le prossime vacanze. Ciononostante, una studentessa di Kerč ha ricordato il grave problema della fornitura discontinua di elettricità, che ha comunque avuto i suoi lati paradossalmente “positivi”: “i bambini hanno iniziato a leggere di più”.

Panama Papers

Putin ha confermato la veridicità delle informazioni fornite a riguardo, ma ha difeso comunque l’amico violoncellista Sergej Roldugin. Ha però aggiunto che i media che hanno diffuso queste informazioni sono, a suo parere, legati agli Stati Uniti (compreso il Süddeutsche Zeitung, che rientra in una holding in mano alla Goldman Sachs), interessati a screditare la sua figura. “E più vicini saremo alle elezioni, più aumenteranno queste fughe di informazioni”.

Chi salverebbe per primo Vladimir Putin in caso di bisogno: Porošenko o Erdogan? (Domanda posta dalla 12enne Varja) “Se qualcuno ha deciso di affogare, salvarlo è già impossibile. Siamo pronti a dare una mano a qualsiasi partner, se lui stesso lo vuole”. Le parole dirette alla Turchia, inoltre, in risposta ad un’altra domanda, sono molto dure: “lì il potere non lotta con gli estremisti, ma ci collabora. Al sud c’è poi quasi una guerra civile con tanto di carri armati e artiglieria”.

Stando al presidente, chi sarebbe peggio alla guida degli Stati Uniti: Clinton o Trump? “Noi dobbiamo capire con chi dei due piuttosto sarebbe meglio collaborare. Abbiamo molti fronti comuni, l’Iran, la lotta al terrorismo, e tanti altri. Ma gli Stati Uniti dovranno uscire dal presupposto errato di essere gli unici… è un errore gnoseologico. È necessario lavorare insieme ai propri partner, e tra di essi c’è la Russia”.

FONTE:http://www.eastjournal.net/archives/72084

Posted on 02:00 by Informazione Consapevole

No comments

draghi su brexit, brexit draghi, dichiarazione di draghi su brexit, draghi su audizione germania, germania audizione draghi

Di Salvatore Santoru

L'attuale presidente della BCE Mario Draghi ha espresso fermamente la sua contrarietà alla Brexit, termine con cui si indica la possibilità di uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea.
Secondo quanto riportato da "Tgcom24" e da altri media nazionali e internazionali, Draghi ha sostenuto:
" Non posso credere che gli inglesi votino per uscire dall'Unione europea perché siamo più forti insieme"

Inoltre, il presidente della Banca Centrale Europea ha aggiunto che:
 "se dovessero scegliere la Brexit, perderanno i benefici del mercato unico "

NOTE E PER APPROFONDIRE:
http://www.tgcom24.mediaset.it/economia/mario-draghi-a-tutto-campo-sulla-bild-non-posso-credere-che-gli-inglesi-votino-per-la-brexit-_3005363-201602a.shtml

http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2016/04/che-cose-brexit-e-cosa-succede-nel.html

FOTO:http://www.si24.it

Posted on 00:36 by Informazione Consapevole

No comments

mercoledì 27 aprile 2016

Il candidato alla Casa Bianca Donald Trump, favorito a vincere le primarie del partito repubblicano dopo la schiacciante vittoria del 26 aprile nei cinque stati dove si votava, ha parlato per la prima volta del suo programma in politica estera.
"La nostra politica estera è un completo e totale disastro. Prima l'America: sarà questo il tema principale della mia amministrazione", ha assicurato. "Sostituirò l'andare a casaccio con uno scopo e il caos con la pace" ha continuato.
Questi i punti fondamentali della “Dottrina Trump”:
Isis: nessun candidato si è mostrato più inflessibile di lui nella lotta all'Isis. La strategia principale per contrastare i terroristi secondo Trump è di indebolire il califfato impedendogli di commerciare petrolio.
Al tempo stesso, Trump non esclude metodi controversi come l'uso del waterboarding negli interrogatori ai terroristi e leggi che espandano i poteri dei servizi segreti posto che “fermare l’Islam radicale deve essere una priorità dell’America”.
Il waterboarding è una tecnica controversa, da più parti considerata una forma di tortura, con la quale viene simulato l'annegamento di chi è costretto a subirla, facendolo respirare attraverso un tessuto bagnato posto sulla faccia.
Armi nucleari: la minaccia nucleare e il rischio di proliferazione delle armi atomiche, secondo il magnate statunitense, “è il più grande problema del mondo”. Scegliere di utilizzare la bomba atomica, per Trump, segnerebbe l’inizio della fine.
Alleati degli Stati Uniti: in più occasioni Trump ha denigrato il mito degli Stati Uniti come "poliziotto mondiale", posizione che lui stesso considera una debolezza. È convinto che con la Russia sia necessario ottenere una partnership.
È favorevole a un nuovo assetto nelle alleanze di Washington. Ad esempio, intervistato dal New York Times, ha parlato così del rapporto Stati Uniti-Giappone: "Se siamo attaccati, loro non sono obbligati a venire in nostra difesa. Se sono loro a essere attaccati, non siamo obbligati a intervenire. Questo è un problema reale”.
Commercio internazionale: il commercio tra Stati Uniti e Cina deve essere reso più equilibrato. Se eletto, promette Trump, costringerebbe Pechino a non svalutare la sua moneta. 

Posted on 23:26 by Informazione Consapevole

No comments

So präsentiert sich „Oldschool Society“ bei Facebook

Di Salvatore Santoru

Come riporta il sito web "Gli Stati Generali"(1), in Germania si sta giungendo a una prima ondata di procedimenti giudiziari contro formazioni estremiste di destra, dopo le centinaia di attacchi a dimore per profughi avvenute negli ultimi tempi. 
Mercoledì 27 aprile è iniziato il processo ai membri dell'organizzazione estremista "Old School Society"(2), che secondo l'accusa erano in procinto di fabbricare esplosivi per mettere in atto degli attentati contro moschee,predicatori salafiti e alloggi per profughi.

Quello della Old School Society(3) non è un caso isolato e recentemente sono state avviate altri importanti indagini contro altre formazioni estremiste di destra.
Tra queste vale la pena segnalare il "gruppo Freital"(4), su cui l'11 aprile la Procura Federale ha aperto un'inchiesta, sempre secondo quanto riportato da  glistatigenerali.com/(5).
I militanti del Gruppe Freital sono considerati responsabili a diverso livello di tentato omicidio, di lesioni gravi e di tre attentati dinamitardi ad alloggi di profughi.Su tale gruppo la Procura di Dresda aveva già condotto indagini e proceduto a disporre il fermo di 3 membri.

Inoltre, vale la pensa segnalare che nel 2013 era stata smantellata(6) la cellula terroristica NSU(Nationalsozialistischer Untergrund), responsabile di diversi reati e crimini tra il 1997 e il 2011.

Posted on 23:13 by Informazione Consapevole

No comments



DI PAOLO MASTROLILLI

http://www.lastampa.it/

L’unica incertezza a questo punto sta nell’aritmetica, che in teoria consente ancora agli avversari di Donald Trump di provare a costringerlo a giocarsi tutto nella Convention del partito a Cleveland in luglio. Le cinque vittorie nette ottenute nelle primarie di ieri dal costruttore miliardario, però, rendono ormai quasi inevitabile la sua nomination come candidato repubblicano alla Casa Bianca. Discorso simile sul fronte democratico, dove Hillary Clinton è inarrestabile, dopo il suo successo in quattro stati. REUTERS Ieri sono andati al voto Pennsylvania, Maryland, Connecticut, Delaware e Rhode Island. Tutti stati della regione orientale, anche se con caratteristiche demografiche ed economiche diverse. Tra i repubblicani Trump ha vinto tutto, con percentuali in diversi casi vicine o sopra al 60%. Tra i democratici, Sanders è riuscito a portare via alla Clinton solo il Rhode Island. Il successo di Donald è stato così netto, da dare l’impressione che l’elettorato del Grand Old Party abbia fatto ormai la sua scelta definitiva. “A questo punto io - ha detto lui ieri sera nel discorso della vittoria - mi considero il candidato presunto. Non vedo come i miei avversari possano negare l’evidenza democratica del mio vantaggio”. L’alleanza siglata due giorni fa dai suoi rivali, Ted Cruz e John Kasich, per coalizzarsi contro Trump, ha chiaramente fallito. In teoria la matematica consente ancora loro di provare a negargli la soglia di 1.237 delegati, che renderebbe automatica la nomination. Così tutto sarebbe rimandato alla Convention di Clevaland, che sarebbe “contested”, cioé un vero congresso che potrebbe scegliere un candidato diverso da quello che ha prevalso nelle primarie. La maggioranza degli elettori però rifiuta questa ipotesi, che spaccherebbe il partito, e la netta affermazione di Donald ieri l’ha allontanata. Lui infatti ha già cominciato a parlare da candidato, attaccando “Hillary la criminale”, e oggi terrà un discorso per illustrare la sua visione della politica estera. Tra i democratici la nomination di Clinton non è più in discussione, anche se Sanders andrà avanti fino alla fine, per cercare di condizionarla. Hillary però si sente già lanciata verso la sfida contro Trump, che ieri ha attaccato con un giro di parole: “Love trumps hate”, ha detto, cioé “io credo che l’amore superi l’odio”. Un chiaro riferimento a uno dei temi che userà per battere Trump a novembre, accusandolo di aver scelto la politica dell’odio che divide l’America.

FONTE:http://www.lastampa.it/2016/04/27/esteri/primarie-usa-en-plein-per-donald-trump-hillary-clinton-raccoglie-quattro-vittorie-sanders-una-z3LhVqE5wE11DWT0RkvilO/pagina.html

Posted on 12:18 by Informazione Consapevole

No comments

faccia uomo altamura

È stato ricostruito il volto dell’Uomo di Altamura, il più antico Neanderthal dal quale è stato estratto il dna arcaico, con una datazione compresa fra i 130 ed i 170 mila anni fa. La ricostruzione «iperrealistica», con tanto di capelli, barba e baffi, a grandezza naturale, è stata realizzata sulla base di un’analisi rigorosamente scientifica dai paleo-artisti olandesi Adrie e Alfons Kennis, fra i più qualificati al mondo in ricostruzioni paleoantropologiche. E dunque com’era l’Uomo di Altamura? Un corpo tarchiato, il bacino largo, una statura non elevata - circa 1 metro e 65 cm - la fronte sporgente, il cranio allungato posteriormente, il naso molto grande, anch’esso forse dovuto ad un adattamento alla penultima glaciazione. Per realizzare il «modello» che riproduce l’Uomo di Altamura è stata effettuata una campagna scientifica che è stata realizzata direttamente nella grotta di Lamalunga, dove lo scheletro è ancora incastrato nella roccia, attraverso rilievi sulle ossa con il laser scanner, una tecnica non invasiva che permette di «ricostruire» virtualmente l’intero scheletro. Le ricerche sono state condotte da un’équipe guidata dal paleoantropologo dell’Università La Sapienza di Roma, Giorgio Manzi.

FONTE E ARTICOLO COMPLETO:http://www.lastampa.it/2016/04/26/cultura/ricostruito-il-volto-delluomo-di-altamura-il-pi-antico-neanderthal-scoperto-finora-DyIQDGOgZJsI12wo5VIxcO/pagina.html

PER APPROFONDIRE:
http://notizie.tiscali.it/regioni/puglia/articoli/svelato-volto-uomo-altamura-00001/

http://www.lescienze.it/news/2016/04/26/news/viso_cranio_uomo_altamura-3064863/

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/bari/741701/Presentata-la-ricostruzione---ha.html

FOTO:http://www.noinotizie.it

Posted on 12:09 by Informazione Consapevole

No comments


Di Peppe Caridi
La primavera è la stagione del risveglio della natura dopo i rigori dell’inverno, un periodo transitorio in cui – dal punto di vista climatico – nell’emisfero settentrionale del Pianeta le temperature ricominciano ad aumentare in vista dell’estate. 

Nell’immaginario popolare Mediterraneo, troppo spesso però si commette l’errore di confondere la primavera con l’estate: così diventano scontate le belle giornate miti con clima gradevole e sole pieno, mentre ci si sorprende eccessivamente di fronte a periodi di fresco e maltempo che in realtà sono assolutamente normali non solo per aprile, ma anche per maggio e persino per la prima metà del mese di giugno.
analyza (1)La primavera, infatti, non è l’estate: è una stagione intermedia che si pone proprio a metà strada tra l’inverno e l’estate e che viene caratterizzata da continui sbalzi termici in cui si alternano le ultime sfuriate fredde invernali e le prime vampate calde estive. Nel corso di questo mese di aprile abbiamo avuto in Italia un lunghissimo periodo di caldo eccezionale, durato settimane, in cui sono stati stravolti record storici secolari e si sono verificate numerose giornate assolutamente anomale, come se fossimo già in piena estate. Poi, nei giorni scorsi e soprattutto ieri, il 25 Aprile, una veloce ma intensa irruzione fredda ha riportato l’inverno con temperature molto basse e nevicate fino a quote collinari sugli Appennini, come se fossimo in piena estate.
EUMETSAT_MSG_RGB-naturalcolor-westernEuropeIn realtà l’anomalia più clamorosa è stata senza ombra di dubbio quella calda precedente, perchè seppur fuori stagione e decisamente tardivo, il freddo delle scorse ore è durato pochissimo, una breve parentesi in un contesto eccessivamente mite che si trascina ininterrottamente da molti mesi. Per la “primavera”, poi, una parentesi fredda e veloce come quella di ieri rientra molto più nella normalità delle cose, rispetto a quanto non lo sia stato il precedente anticiclone SubTropicale che per settimane ha provocato bel tempo e caldo estivo. Ecco perchè non bisogna sorprendersi più di tanto rispetto alle basse temperature delle scorse ore o ai fenomeni di maltempo che hanno accompagnato il Ponte del 25 Aprile in Italia. Seppur con temperature più normali e meno rigide, sono episodi che si ripeteranno anche nei prossimi giorni in un contesto tipicamente primaverile.
POPLEX.2016117.terra.1kmOggi, intanto, le temperature stanno sensibilmente aumentando in tutto il Paese, soprattutto in Sardegna ma anche varie località di Liguria, Sicilia, Puglia e Abruzzo la colonnina di mercurio ha superato il muro dei venti gradi centigradi. Ecco, infatti, le temperature massime di oggi:+23°C a Sestu, +22°C a Vallermosa, +21°C a Ventimiglia, Guspini, Sinnai, Villasor, Barrali, Quartucciu, Decimoputzu, Macchiareddu e Pula, +20°C a Pescara, Taranto, Siracusa, Cinisi, Iglesias, Carbonia, Capoterra, Domusnovas, Ussana, Quartu Sant’Elena e Palau, +19°C a Palermo, Catania, Cagliari, Cosenza, Porto Torres, Barumini, Termoli, Linosa e Oristano, +18°C a Messina, Lecce, Foggia, Orvieto, Mantova, Castellammare di Stabia, Savona, Marsala, Mazara del Vallo e Caltanissetta, +17°C a Milano, Torino, Genova, Bologna, Bari, Modena, La Spezia, Foligno, Sulmona, Arezzo e Ferrara, +16°C a Roma, Napoli, Verona, Pisa, Caserta, Brindisi, Ancona e Reggio Emilia, +15°C a Firenze, Trieste, Salerno, Benevento e Vicenza, +14°C a Venezia, Padova e Avellino, +13°C a Trento e Campobasso, +12°C a L’Aquila
prog_sat_vis_msgNell’area Euro-Mediterranea, il contesto climatico è molto vivace con grandi sbalzi termici anche a pochi chilometri di distanza. Infatti abbiamo un clima decisamente mite nelle zone Mediterranee o comunque tra Europa meridionale e nord Africa, con gli attuali +22°C di Madrid, Tunisi, Algeri, Casablanca e Valencia, +21°C di Valencia e Atene,+19°C di Lisbona, mentre fa molto freddo nei settori centro/occidentali del Continente, con appena +4°Ca Parigi e Copenaghen, +5°C a Bruxelles, +7°C a Londra in pieno giorno, come se fossimo in pieno inverno. Infatti una nuova ondata di freddo sta scivolando dal circolo polare artico verso l’Europa centro/occidentale, e nelle prossime ore arriverà fin sul nord Italia, raggiungendo le Alpi dove avremo nevicate fino a bassa quota e temperature molto basse fino a giovedì 28 aprile.
EUMETSAT_MSG_RGB-12-12-9i-segment14Intanto in Italia avanza una nuova formazione nuvolosa verso le Regioni centrali tirreniche e il nord, soprattutto il nord/est, dove tra stasera e domani avremo nuove precipitazioni in modo particolare tra Toscana, Umbria, Lazio, Campania settentrionale, zone interne di Marche, Abruzzo e Molise, alto Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia.
bagnara strettoAl Sud invece dopo le burrasche di ieri con piogge, temporali e forti venti, è tornato il bel tempo con cielo sereno e venti in attenuazione. Le temperature aumenteranno sensibilmente nei prossimi giorni, soprattutto a partire da giovedì 28 in Sicilia, Calabria e Puglia con punte di +30°C in Sicilia e+26/+27°C tra Calabria e Salento.
giovedì 28Ma le condizioni meteorologiche resteranno instabili in tutto il Paese, anche al Sud nonostante il caldo (vedi mappa accanto). Avremo grandi sbalzi termici tra Nord e Sud: tra le Alpi e il Canale di Sicilia il gradiente termico sarà di 20°C, con conseguenti ripercussioni sulle condizioni atmosferiche. Al Nord il clima rimarrà fresco, umido e uggioso. Al Sud sarà nuvoloso, variabile, ma decisamente più mite mentre per la prima volta in stagione vediamo l’isoterma di +30°C ad 850hPa risalire il nord Africa fino alle porte del Mediterraneo.
sabato 30 aprileL’evoluzione a medio/lungo termine è ancora incerta, ma crescono di ora in ora le probabilità che tra fine Aprile e inizio Maggio altre perturbazioni possano attraversare il Paese. Nell’immagine accanto una fotografia sinottica della situazione per sabato 30 aprile, l’ultimo giorno del mese: dal nord Europa avanza un nuovo profondo ciclone polare verso il Mediterraneo centro/occidentale, mentre sul Canale di Sicilia e sul mar Jonio si fa sentire l’ennesimo sbuffo caldo proveniente dal vicino Sahara.
lunedì 2 maggioQuesta situazione potrebbe sfociare la prossima settimana in un’autentica tempesta Mediterranea che (vedi immagine accanto) potrebbe colpire in pieno l’Italia nella giornata di lunedì 2 maggio, con maltempo particolarmente violento su tutte le Regioni, venti impetuosi, piogge torrenziali, forti temporali con grandine e persino nuove nevicate sui rilievi (seppur non a quote basse come accaduto ieri).
martedì 3 maggioLe temperature diminuirebbero nuovamente non solo lunedì, ma anche nei giorni successivi a causa dello scivolamento di questo ciclone verso i Balcani, con la conseguente irruzione di venti nord/orientali sull’Italia. Una prospettiva certamente primaverile, ma non molto distante da condizioni meteorologiche tardo-invernali.
RomaOsservando i grafici degli “spaghetti”, possiamo notare come a lungo termine per il mese di maggio continuerà un trend volto al fresco e all’instabilità. La sfuriata fredda dei giorni scorsi sembra aver interrotto un lunghissimo periodo di anomalie termiche positive, a cui potrebbe adesso seguire un altro lungo periodo decisamente più freddo nella seconda parte della primavera non solo al Nord, ma anche al Centro/Sud. Ovviamente in un simile contesto non mancheranno anche fasi di maltempo con precipitazioni sparse e a tratti intense. Ne parleremo, caso per caso, ad ogni peggioramento con particolari approfondimenti. Intanto per le prossime ore la protezione civile ha diramato una nuova allerta meteo soprattutto per i forti venti che colpiranno il Centro/Nord.

Posted on 12:01 by Informazione Consapevole

No comments

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...