CHIUDE "COME DON CHISCIOTTE", UNO DEI SITI DI CONTROINFORMAZIONE ITALIANI PIÙ IMPORTANTI


Di Salvatore Santoru

Sta lasciando qualche perplessità e sgomento in rete la decisione della chiusura di "Come Don Chisciotte", uno dei siti più noti nonché longevi della controinformazione online italiana.
La decisione del fondatore e gestore Davide(nel sito "Tao") di chiudere il sito(1) per "questioni di logoramento personale" è indubbiamente comprensibile, tenendo conto del fatto dell'immensa fatica e impegno che ci vuole per gestire,tra l'altro quasi in solitaria, un sito del genere.
C'è da dire che questa notizia ha preso alquanto alla sprovvista chi segue l'ambiente della controinformazione e dell'informazione alternativa online, e non sono in pochi che chiedono che si possa ripensare tale scelta, a partire da Massimo Mazzucco di "Luogocomune"(2).

Facendo delle considerazioni personali sulla notizia, c'è da dire che la chiusura di "Come Don Chisciotte" può rappresentare una perdita per alcuni e diversi motivi.

Innanzitutto, CDC forniva un'informazione alternativa abbastanza seria e ragionata, che spaziava da acute analisi geopolitiche ed economiche ad ipotesi alquanto "cospirazioniste", ma tutto ciò senza solitamente sfociare nell'eccessiva semplificazione e nell'esagerato sensazionalismo (oltre alla dubbia attendibilità) che caratterizza spesso l'informazione alternativa "cospirazionista".

Inoltre, l'aspetto più interessante e importante di CDC era la sua aperta trasversalità e inclusività, difatti non era raro trovare nel forum o nei commenti del sito seguaci di sinistra come di destra radicale(e non radicale), complottisti/anti-complottisti,atei/religiosi,spiritualisti/materialisti e così via.

Anche la selezione degli articoli, seppur CDC sembrava seguire una linea ben precisa, non erano esenti da un'indirizzo trasversale e comunque,condivisibili o meno, erano spesso degni di spunto e interesse, tanto che anche su questo blog(così come in molti altri siti e/o blog) non sono stati pochi gli articoli di CDC ripresi.

Poi, il già citato forum(3) era uno strumento di ulteriore approfondimento, vuoi per gli articoli postati dagli utenti e vuoi per le discussioni che si creavano, alcune molto interessanti e appassionanti mentre altre invece un pò troppo egemonizzate da alcuni utenti troppo "dogmatici" o che diventano eccessivamente "scontrose", come d'altronde non capita così raramente nel web.

Per concludere c'è solamente da dire che, volenti o nolenti e se non capitino ripensamenti, la fine di Come Don Chisciotte costituirà indubbiamente una perdita per la controinformazione online.

NOTE:

(1)http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=16457

(2)http://www.luogocomune.net/LC/index.php/27-media/4388-salviamo-comedonchisciotte, altri articoli sul tema, http://www.enzopennetta.it/2016/04/chiude-come-don-chisciotte/http://pauperclass.myblog.it/2016/04/20/sulla-chiusura-comedonchisciotte-alceste/

(3)http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums

FOTO:http://www.enzopennetta.it
CHIUDE "COME DON CHISCIOTTE", UNO DEI SITI DI CONTROINFORMAZIONE ITALIANI PIÙ IMPORTANTI CHIUDE "COME DON CHISCIOTTE", UNO DEI SITI DI CONTROINFORMAZIONE ITALIANI PIÙ IMPORTANTI Reviewed by Informazione Consapevole on aprile 22, 2016 Rating: 5

1 commento

  1. Quando accadono queste cose sono gli "altri" che devono temere di più.....

    RispondiElimina