BREAKING NEWS

ERDOGAN CHIEDE SCUSA A PUTIN PER L'ABBATTIMENTO DEL JET RUSSO AL CONFINE CON LA SIRIA



DI GIORDANO STABILE

Dopo l’accordo con Israele, le scuse a Vladimir Putin per l’abbattimento del caccia russo al confine con la Siria lo scorso 24 novembre. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan mette a segno due importanti risultati diplomatici. Con il ristabilimento delle relazioni diplomatiche con lo Stato ebraico ritrova l’alleato storico nella regione nel Dopoguerra, con la normalizzazione di quelle con la Russia, subito auspicata dal Cremlino, riavvia la fase di intese strategiche, soprattutto sui gasdotti.

Richieste dal Cremlino
Le scuse, che erano la precondizione posta dal presidente russo per riallacciare le relazioni, sono state annunciate prima da Mosca. Poi il portavoce della presidenza turca, Ibrahim Kalin, ha confermato che Erdogan aveva espresso “profonda tristezza” per l’abbattimento del caccia russo e ha fatto le sue “scuse” per la morte del pilota russo in una lettera inviata a Putin.

Le parole di Erdogan
“Voglio dire ancora una volta che condivido il lutto della famiglia del pilota russo e offro le mie condoglianze. Mi scuso per questo”, ha scritto Erdogan nella lettera secondo Kalin che conferma quanto scritto dal portavoce di Putin e pone le basi per un riavvicinamento tra Mosca e Ankara.

L’abbattimento
L’abbattimento del Sukhoi Su-24, il 24 novembre scorso, e l’uccisione da parte dei ribelli siriani di uno dei due piloti che si erano lanciati con il paracadute, ha segnato il punto più basso dei rapporti turco-russi, guastati dalla guerra in Siria. Ankara appoggia i ribelli, anche i salafiti di Ahrar al-Sham e Jaysh al-Islam, alleati di Al-Nusra, Mosca è il principale di alleato del presidente Bashar al-Assad, assieme all’Iran.

FONTE E ARTICOLO COMPLETO:http://www.lastampa.it/2016/06/27/esteri/erdogan-chiede-scusa-a-putin-per-labbattimento-del-jet-russo-al-confine-con-la-siria-LJB0CTXFp56kWEEo8hAaHO/pagina.html

Nessun commento