SIRIA: RAID USA PRESSO MANBIJ FANNO DIVERSE VITTIME CIVILI, TRA CUI DONNE E BAMBINI

Anti-war protesters demonstrate against proposals to bomb Syria outside the Houses of Parliament in London [REUTERS]

Di Salvatore Santoru

Come riportato da "Globalist"(1) e da altri siti d'informazione online, i raid statunitensi nel villaggio di Tuckhar,presso la città siriana di Manbijhanno portato alla morte di diverse persone, 160 secondo la stima riportata da "Agenzia Nova"(2) e la notizia è stata diffusa online dall'organizzazione siriana di giornalisti anti-ISIS e anti-guerra "Raqqa Is Being Slaughtered Silently"(3).
Tra le vittime, vi sarebbero anche diverse donne e bambini.
Inoltre, tali bombardamenti, le cui foto alquanto agghiaccianti si possono trovare online, possono essere strumentalizzati dallo Stato Islamico, il quale ha riportato la notizia tramite l'agenzia ufficiale del Califfato "Amaq" e c'è il rischio che essi possano funzionare come catalizzatore di consenso per la stessa ISIS.

C'è da dire che i raid della coalizione risultano alquanto inutili e controproducenti e se si deve fare una guerra seria, ai fini di sconfiggere lo Stato Islamico, sarebbe meglio fornire maggiore assistenza ai combattenti curdi anti-ISIS e a tutti gli altri eserciti regionali e nazionali impegnati nella lotta contro il Califfato, mentre i continui raid si stanno dimostrando assai controproducenti.

NOTE:

(1)http://www.globalist.it/world/articolo/203577/la-strage-di-manbji-gli-aerei-usa-massacrano-125-tra-vecchi-donne-e-bambini.html

(2)http://www.agenzianova.com/a/0/1390930/2016-07-19/siria-agenzia-stato-islamico-amaq-bombardamento-su-manbij-provoca-almeno-160-morti

(3)https://twitter.com/Raqqa_SL/status/755410694984511488

FOTO:manifestazione contro guerra e bombardamenti in Siria di qualche anno fa a Londra, http://www.aljazeera.com
SIRIA: RAID USA PRESSO MANBIJ FANNO DIVERSE VITTIME CIVILI, TRA CUI DONNE E BAMBINI SIRIA: RAID USA PRESSO MANBIJ FANNO DIVERSE VITTIME CIVILI, TRA CUI DONNE E BAMBINI Reviewed by Informazione Consapevole on luglio 20, 2016 Rating: 5

Nessun commento