LIBIA, CATTURATO IL JIHADISTA DELL'ISIS CHE RECLUTAVA IN ITALIA



Di Lucio Di Marzo

Un membro chiave dell'organizzazione dello Stato islamico (Isis) in Libia sarebbe stato catturato nello scorse ore dalle milizie di Zintan, alleate dell'Esercito nazionale libico di Khalifa Haftar.
Lo scrive il quotidiano locale in lingua inglese Libya Herald, secondo cui i miliziani sarebbero riusciti a catturare il tunisino Moez Ben Abdulgader Ben Ahmed Al-Fezzani, in fuga da Sirte - fino a pochi giorni fa roccaforte jihadista - e diretto verso il suo Paese d'origine.
Noto anche con il nome di battaglia (kunya) Abu Nassim, da febbraio al-Fezzani era nella lista degli uomini più ricercati dalle auorità tunisine e si ritiene sia l'uomo che ha cercato di prendere il controllo della città di Ben Guerdane, in violenti scontri lo scorso marzo.
Secondo i servizi italiani il jihadista era legato al nostro Paese, dove agiva come reclutatore di giovani radicalizzati. Al momento della cattura c'erano con lui anche una ventina di uomini dell'Isis.
Nel 1989 era arrivato a Milano, per poi partire per l'Afghanistan, dove era stato preso dagli americani, per poi essere messo in carcere a Guantanamo. Nel 2009 fu rispedito in Italia, ma poi assolto dall'accucsa di terrorismo. In Tunisia aiutò a fondare Ansar al Sharia, gruppo che si legò poi al sedicante Califfo.
LIBIA, CATTURATO IL JIHADISTA DELL'ISIS CHE RECLUTAVA IN ITALIA LIBIA, CATTURATO IL JIHADISTA DELL'ISIS CHE RECLUTAVA IN ITALIA Reviewed by Informazione Consapevole on 15:42 Rating: 5

Nessun commento