BREAKING NEWS

LE CONDIZIONI DI SALUTE DI HILLARY CLINTON

Le condizioni di salute di Hillary Clinton
La candidata democratica alle presidenziali Usa, Hilary Clinton, ha annullato il suo viaggio in California, dopo che le è stata diagnosticata una polmonite. Durante le commemorazioni dell'11 settembre un malore l'aveva colpita, costringendola ad andare via dall'evento prima della fine.
La malattia le era stata diagnosticata già il 9 settembre ed era sotto antibiotici. Lo svenimento, subito dopo il quale è stata portata a casa della figlia Chelsea, è stato causato dalla disidratazione. Secondo il suo medico, la dottoressa Lisa Bardack, Clinton si sta già riprendendo. Oggi, 12 settembre, sarebbe dovuta partire per la California ma il viaggio è stato annullato perché i medici le hanno consigliato di riposare. 
Il suo avversario Donald Trump già un mese fa aveva sostenuto che Clinton non avrebbe avuto la capacità di resistenza fisica e mentale per "essere un buon presidente e per combattere lo Stato islamico". Nell'intero partito repubblicano le sue condizioni di salute sono oggetto di discussione da tempo.
La dottoressa Bardack ha detto che Clinton è "in ottima salute e in forma per servire come presidente degli Stati Uniti", aggiungendo che si è del tutto ripresa da un intervento chirurgico che aveva subito nel 2012 per un coagulo di sangue. 
Lo staff medico ha detto che si tratta di "walking pneumonia", o polmonite da micoplasma, una forma più lieve e che non richiede ricovero.
La polmonite è essenzialmente una infezione dei polmoni che causa infiammazione delle sacche d'aria e li riempie di liquido. I sintomi possono includere tosse, febbre, stanchezza, brividi e mancanza di respiro.
Ci sono due tipi di polmonite - batterica o virale. La polmonite batterica si cura con antibiotici, in alcuni casi gravi può essere fatale. 
I sostenitori della candidata democratica accusano i suoi avversari di aver messo in piedi una cospirazione esagerata sulla sua salute. 
In generale, le condizioni di salute dei presidenti, sono argomento di discussione molto acceso negli Stati Uniti, in particolar modo quelle sui candidati alla presidenza. 
Mancano ormai pochi giorni al primo dibattito faccia a faccia tra Clinton e Trump, che si terrà il prossimo 26 settembre e la situazione è molto tesa.
FOTOHillary Clinton dopo le commemorazioni dell'11 settembre. Credit: Brian Snyder

Nessun commento