BREAKING NEWS

ECCO COSA PUO' FARE L'EUROPA CONTRO IL TERRORISMO E L'AVANZATA DELL'ISLAMISMO RADICALE

Risultati immagini per STOP TERROR


Di Salvatore Santoru

Da diverso tempo l'Europa è sotto attacco da parte della politica terroristica dell'islamismo radicale organizzato, islamismo radicale organizzato che odia la civiltà europea e vorrebbe disintegrarla.

Alla guerra degli estremisti islamisti l'Europa ha deciso di (non) rispondere con l'utilizzo dei gessetti colorati e un'astratto richiamo alla "fratellanza mondiale"(ottimo ma non troppo incisivo contro il "divide et impera" creato dagli islamisti radicali) oppure con retoriche "bellicistiche" che prendono di mira l'Islam in sé. 

Per essere chiari, c'è bisogno di ricordare che l'Islam non è il pericolo ma il problema è l'islamismo radicale, islamismo radicale che sta cercando di distruggere l'Europa anche grazie al "lassismo" e all'autorazzismo dominante nelle élite e nei cittadini europei, i quali si ritengono(o meglio sono stati "indottrinati" ad esserlo)la causa di tutti i mali mondiali. 

Andando al nocciolo geopolitico della questione, c'è da dire che l'Europa dovrebbe avere uno scossone e decidere di porre un freno alle mire di conquista neocolonialista portata avanti dai poteri forti islamisti, a partire da quelli sauditi e qatrioti. 

Sarebbe necessario che l'Europa adotti una politica estera non più così succube alle esigenze degli USA e con Arabia e regimi del Golfo(alleati strategicamente agli States per questioni di opportunismo geopolitico) decida di mettere dei paletti, ad esempio richiedendo il rispetto per i diritti umani e civili, del tutto calpestati in tali regimi integralisti. 

Il "fintobuonismo" e la "tolleranza" dell'intolleranza integralista hanno causato già troppi danni e l'Europa si trova invasa da movimenti estremisti, tra cui i famigerati salafiti, che sostengono la distruzione, per ora "solo" culturale, dell'Europa per sostituirla con una tirannia oppressiva che faccia gli interessi di una minoranza di estremisti ideologici/religiosi a scapito del resto dei cittadini europei.

Risulta alquanto noto che la diffusione di tali movimenti faccia comodo e sia strumento politico delle oligarchie e delle lobby islamiste radicali che propagandano la più radicale eurofobia e l'odio per la civiltà occidentale in sé, a partire da quelle sostenute dai regimi del Golfo

Sarebbe ora che l'Europa si facci finalmente sentire e se necessario prenda provvedimenti contro quei regimi islamisti che propagandano l'odio per l'Europa e abusino dei diritti umani e civili, ciò invece di avvallare sempre più inutili e dannose sanzioni verso la Russia, Russia che perlomeno su questo versante si sta dimostrando (magari con modi  discutibili e troppo estremi) uno dei più forti avversari dei progetti di conquista neocolonialista dell'islamismo radicale.

Ciò costituirebbe un sicuro passo in avanti nella lotta al jiadhismo internazionale e all'integralismo islamista.

Nessun commento