Mattis, neo-capo del Pentagono: «Patto con l’Iran da rispettare»

Immagine correlata
Di Marina Catucci
Andando contro le sue stesse convinzioni più volte espresse e contro le dichiarazioni di Trump, l’ex generale dei marines James Mattis, probabile prossimo ministro della difesa, nella sua udienza di conferma ha voluto strafare.
Ha dichiarato davanti al senato l’appoggio alla Nato e alla presenza militare Usa permanente nelle nazioni baltiche per scoraggiare la Russia, ma più sorprendentemente, ha detto che gli Stati Uniti debbono mantenere il patto nucleare con l’Iran, anche se imperfetto.
A sollecitare una risposta sul tema è stato il senatore democratico Jack Reed che ha osservato come a Mattis sarà richiesto di sorvegliare le politiche di sicurezza nazionale «con un presidente a cui manca la conoscenza della politica estera e l’esperienza in fatto di difesa, e il cui temperamento è molto diverso da quello dei presidenti precedenti».
Read ha poi esplicitamente chiesto se il generale spingerà Trump a rispettare l’accordo con l’Iran. «Penso che l’Irandeal sia un accordo sul controllo degli armamenti imperfetto – ha affermato Mattis – non è un trattato di amicizia, ma quando l’America dà la sua parola deve rispettarla».
Mattis, che si è ritirato come generale a quattro stelle nel 2013, ha più volte sottolineato l’importanza dei partenariati internazionali nel suo discorso di apertura. «La storia parla chiaro – ha affermato – le nazioni con forti alleati prosperano, mentre quelle senza, appassiscono». Una linea che pare aderire più a quella dell’amministrazione uscente, piuttosto che a quella dell’incombente Trump, su Russia, Nato ed Iran.
In campagna elettorale Trump ripeteva che l’Irandeal sarebbe stato in cima alla lista degli accordi da stracciare. Ora il suo segretario alla difesa sembra di parere opposto.
Mattis, neo-capo del Pentagono: «Patto con l’Iran da rispettare» Mattis, neo-capo del Pentagono: «Patto con l’Iran da rispettare» Reviewed by Informazione Consapevole on 23:10 Rating: 5

Nessun commento