BREAKING NEWS

Libano, Marine Le Pen rifiuta di indossare il velo: salta l’incontro con il Muftì

Risultati immagini per LE PEN VEIL

Di Giordano Stabile

Marine Le Pen chiude la sua visita in Libano fra le polemiche. La candidata alla presidenza del Front National si è rifiutata si indossare il velo al previsto incontro con il Muftì Abdellatif Deriane e il vertice è saltato. Lo sceicco Deriane è la massima autorità musulmana sunnita del Paese, dove la popolazione è divisa in parti quasi eguali fra sunniti, sciiti e cristiani. Le Pen ha incontrato ieri il presidente Michel Aoun, primo capo di Stato a riceverla ufficialmente, e il premier Saad Hariri.
«Avevo informato in anticipo che non avrei indossato il velo - ha spiegato - e poiché la visita non è stata annullata, ho creduto avessero accettato la cosa». Al suo arrivo a Dar al-Fatwa, la leader del Front National, si è vista invece porgere un velo e ha cancellato il colloquio. Le Pen ha anche ricordato che nessuna l’aveva obbligata a velarsi quando nel 2015 era stata ricevuta dalla massima autorità sunnita mondiale, l’imam di Al-Azhar al Cairo. 

Le Pen è anche tornata sulla controversa proposta di proibire la «doppia cittadinanza extraeuropea», un provvedimento che coinvolgerebbe moltissimi cittadini francesi con un secondo passaporto di un Paese arabo, soprattutto maghrebini, ma anche libanesi. La leader dell’estrema destra ha detto che «ci potranno essere eccezioni» per tranquillizzare la platea libanese. 

Nessun commento