WOMEN'S MARCH, LA NUOVA MANIFESTAZIONE CONTRO TRUMP E' ORGANIZZATA DA ATTIVISTA PALESTINESE CONSIDERATA CONTROVERSA A CAUSA DELLA PARTECIPAZIONE IN DUE ATTACCHI TERRORISTICI CONTRO GLI ISRAELIANI NEGLI ANNI 70

Risultati immagini per Rasmea Odeh

Di Salvatore Santoru

Le manifestazioni contro Trump non si fermano e già si preannuncia una seconda "Women's March".
La nuova manifestazione di "Womens' March" è prevista l'8 marzo, in occasione della "Festa Della Donna" e sta già scatenando controversie nei media statunitensi e internazionali.
Difatti, tra le organizzatrici più importanti vi è l'attivista di origine palestinese Rasmea Yousef Odeh(1),già condannata per la partecipazione a due attacchi terroristici, uno dei quali uccise due studenti israeliani in un negozio di alimentari nel 1969.
Inoltre, dopo aver passato dieci anni di prigione la Odeh era riuscita a diventare cittadina statunitense mentendo sul suo passato e nel 2014 era stata condannata per frode migratoria(2).

NOTE:

(1)https://en.wikipedia.org/wiki/Rasmea_Odeh

(2)http://www.ilgiornale.it/news/mondo/terrorista-che-organizza-marcia-delle-donne-contro-trump-1369317.html
WOMEN'S MARCH, LA NUOVA MANIFESTAZIONE CONTRO TRUMP E' ORGANIZZATA DA ATTIVISTA PALESTINESE CONSIDERATA CONTROVERSA A CAUSA DELLA PARTECIPAZIONE IN DUE ATTACCHI TERRORISTICI CONTRO GLI ISRAELIANI NEGLI ANNI 70 WOMEN'S MARCH, LA NUOVA MANIFESTAZIONE CONTRO TRUMP E' ORGANIZZATA DA ATTIVISTA PALESTINESE CONSIDERATA CONTROVERSA A CAUSA DELLA PARTECIPAZIONE IN DUE ATTACCHI TERRORISTICI CONTRO GLI ISRAELIANI NEGLI ANNI 70 Reviewed by Informazione Consapevole on febbraio 27, 2017 Rating: 5

Nessun commento