Passa ai contenuti principali

Steve Bannon, lo stratega di Donald Trump, si racconta al Wsj. "La crisi 2008 e quelle azioni At&t vendute da mio padre"

Risultati immagini per bannon
Steve Bannon si autodefinisce il "Dart Fener" della Casa Bianca. Per molti è un pazzo nazionalista che porterà Donald Trump sulla rotta sbagliata. Attorno al suo nome si sono fatte molte polemiche, specie per il legame con Breitbart news, il sito di notizie e opinioni ultraconservatore divenuto organo officiale della campagna elettorale di Trump. Il Wall Street Journal raccoglie un'inedita testimonianza privata, un racconto della sua esperienza familiare e di come la crisi del 2008 abbia cambiato il suo modo di pensare, fino a portarlo su posizioni di nazionalismo economico.
È la crisi finanziaria del 2008, ad avere segnato Steve Bannon. Nel corso della peggiore depressione economica di sempre crescono le radici della politica improntata al nazionalismo dello stratega del presidente americano. "Viene tutto da lì" racconta nell'intervista. In particolare viene tutto dalla scelta del padre di vendere la sua partecipazione nella compagnia telefonica At&t. Era il 7 ottobre 2008, Lehman Brothers era appena fallita. Il governo non seppe reagire alla crisi, spiega Bannon, "le aziende sono state salvate e nessuno è andato in galera. Erano aziende troppo indebitate, e tutti si sono voltati dall'altra parte". Le azioni At&t erano "l'unica ricchezza che mio padre possedeva, oltre alla casa". Marty Bannon aveva accumulato la sua partecipazione in At&t nel corso della sua carriera nel gruppo durata mezzo secolo, aveva persino siglato prestiti per aumentare la sua quota, vista come una "rete di sicurezza" per i suoi cinque figli. "Ero sempre preoccupato che li avrei lasciati senza nulla. Mi ero detto che non avrei mai venduto quelle azioni".
Quando ebbe il sentore della portata della crisi, senza consultare nessuno prese la decisione di vendere tutto. Invece di una plusvalenza, finì - a sua detta - col perdere oltre 100.000 dollari. Se avesse aspettato, si ritroverebbe ancora con un tesoretto in tasca visto che poi il valore dei titoli At&t alla lunga è tornato a salire.
Questo episodio, secondo Bannon, è simbolico. Mostra come le istituzioni in cui il padre aveva riposto fiducia lo abbiano tradito. La sua tesi è che l'avidità di Wall Street, di cui ha fatto parte avendo lavorato per Goldman Sachs, abbia creato la bolla che si è abbattuta sugli investimenti del padre. La colpa di tutto è stata nell'inerzia di Washington che, secondo lui, non ha saputo evitare il peggio. "Mio padre rappresenta l'ossatura di questa nazione: è uno di quegli uomini che rispettano le regole, il padre lavoratore che rinuncia al proprio bene in favore del bene della famiglia", spiega il braccio destro di Trump. "Il mondo è probabilmente composto al 95% da tanti Marty Bannon e al 5% da tanti Steve Bannon. È probabilmente la giusta proporzione per una società stabile".

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Diego Fusaro:” Il potere vuole mantenere i sudditi nella perpetua ignoranza”. Ecco perchè è importante studiare

http://www.jedanews.it/blog/attualita/diego-fusaro-potere-vuole-ignoranza/ Recentemente si è parlato di un’allarme lanciato da docenti universitaririguardo la difficoltà degli studenti nell’esprimersi oralmente e nello scrivere in lingua italiana. La questione è finita sulle prime pagine dei giornali tanto da attirare l’attenzione della politica, in particolare del Ministro dell’ Istruzione. Ed è per questo che vogliamo riportarvi un intervento del filosofo Diego Fusaro che, seppur precedente all’ evento sopra descritto, darebbe una spiegazione a nostro avviso valida al fenomeno in questione. “Il potere ha la necessità di mantenere i sudditi nella perpetua ignoranza, in modo che essi, non sapendo cosa sia realmente il potere, non avendo coscienza dei reali rapporti di forza, nemmeno possano rivoltarsi, ne addiverire alla via che porta all’insurrezione.Da sempre il potere mira a mantenere i sudditi nello stato dell’ ignoranza – per questo la scuola, l’università e il mondo della formaz…

LO SFOGO DI DJ FRANCESCO: 'SI ALLA LEGITTIMA DIFESA'

Di Salvatore Santoru

Stanno facendo discutere le dichiarazioni sui social di Francesco Fachinetti, in arte DJ Franscesco,sui social(1).
Dopo un furto subito a casa dei suoi genitori DJ Francesco che se lo Stato non lo tutela lo farà da solo.
L'artista ha spiegato le sue dichiarazioni in un video su Facebook e su Pomeriggio 5 sostenendo che supporta non il farsi giustizia da solo, ma la legittima difesa(2).

Indubbiamente DJ Francesco ha lanciato parole forti, ma che risultano assai condivisibili(sicuramente nella teoria, nel metodo magari no)visto che viviamo in uno Stato che fa veramente poco per tutelare la sicurezza dei suoi cittadini.

NOTE:

(1)http://www.iltempo.it/cronache/2017/02/27/news/rapina-in-casa-di-roby-facchinetti-lo-sfogo-di-dj-francesco-se-lo-stato-non-mi-difende-lo-faro-da-solo-1026031/

(2)http://www.tgcom24.mediaset.it/televisione/pomeriggio-5-francesco-facchinetti-supporto-la-legittima-difesa-_3059847-201702a.shtml

IN SVEZIA L'ANTISEMITISMO E' SEMPRE PIU' DIFFUSO A CAUSA DELL'ISLAMISMO RADICALE, A MALMOE IL CASO PIU' ECLATANTE

Di Salvatore Santoru

I media mainstream ci presentano un'immagine della Svezia 'paradisiaca' ed alquanto idealizzata che per quanto in diversi aspetti sia vera è abbastanza estremizzata nella realtà.
Si dice che i treni arrivano in orario,le strade sono sempre pulite,l'amministrazione statale funziona sempre e comunque,non esiste povertà,non esistono questioni di genere e che la civiltà svedese rappresenti un tipo di 'civiltà superiore' a cui il resto dell'Europa, specie le civiltà considerate "inferiori" come quelle dell'Europa del Sud, devono prendere ispirazione.
Ma, al di là di questa versione idealizzata e un pò fiabesca e utopica che ci viene data dalla Svezia e che il governo svedese propone per questioni d'immagine, anche nella stessa civilissima Svezia non è tutto oro quello che sembra.
Difatti, anche la Svezia ha alcuni 'aspetti oscuri' che ha tutto l'interesse di nascondere o censurare per motivi di prestigio naziona…

TRUMP,IL DISCORSO AL CONGRESSO E L'ASSERTIVITA' AL POTERE

Di Salvatore Santoru

Se il 68 e la sinistra progressista avevano celebrato la "fantasia al potere" con il recente discorso al Congresso di Trump gli USA sono entrati nell'era dell'assertività al potere.
Difatti Trump, abbandonando i toni aggressivi assunti durante la campagna presidenziale,si sta dimostrando sicuramente il presidente più assertivo della storia degli ultimi anni degli USA e difficilmente non si può dire che la stessa definizione generale di "assertività"("Capacità di farsi valere con la persuasione, orientando le scelte e ottenendo il consenso altrui")non gli calzi a pennello, senza dimenticare ovviamente come nota più 'dolente' il suo forte narcisismo,narcisismo che di certo non è comunque raro in un certo mondo dell'intrattenimento e della grande imprenditoria da cui Trump proviene.
Ovviamente, c'è da dire che Trump è anche un grande comunicatore e sa sapientemente affermarsi(l'affermazione di sé è una caratte…

Le 10 più potenti mafie del mondo

http://ditadifulmine.com/
Con il termine "mafia" generalmente ci si riferisce ad associazioni criminali aventi lo scopo di controllare, gestire e preservare i profitti derivanti da traffici illetici. I traffici della mafia vanno dalle armi agli esseri umani, niente è tabù per le mafie di tutto il mondo. Obiettivo della mafia è il monopolio delle attività criminali, siano esse locali o internazionali. Alcune mafie nascono e crescono all'interno di ben precisi confini nazionali, altre invece si estendono a tutto il pianeta, arrivando a profitti da capogiro in alcuni settori come il traffico di droga, o divenendo talmente potenti da diventare più influenti dei gruppi dirigenti mondiali.
Ecco un elenco delle mafie più influenti, almeno negli Stati Uniti, a livello internazionale e planetario. 10 - Mafia Giamaicana Gli Yardies, immigrati giamaicani giunti nel Regno Unito negli anni '50 nella speranza di migliorare le loro condizioni di vita, sono un'associazione mafio…

La CIA, l'acido lisergico, e l'abuso di LSD della US Army...

Dietilamide dell'acido lisergico o LSD, è stato un sacramento per artisti, aspiranti profeti, altri come pula sociale dal 1960. Inventato nel 1938 dal chimico Dr. Albert Hofmann durante la ricerca di un analettico (stimolante circolatorio), ha scoperto che non aveva alcun effetto sugli animali da laboratorio, il tutto è poi finito nel dimenticatoio. Anni dopo, il giorno fatidico il 16 aprile 1953, ha accidentalmente assorbito un po diLSD attraverso la punta delle dita e volò nel suo primo "trip" di acido.A quel punto la CIA aveva in mano, un bimbo di dieci anni, il programma in attuazione, e la ricerca di farmaci da usarsi per gli interrogatori tra cui i famosi sieri della verità. 
Avevano giocato con caffeina, barbiturici, peyote, e marijuana. Hanno cercato il modo per trasformare normali persone in assassini, mentre erano sottoposti a ipnosi, attuavano un'operazione apparentemente inventata con trame da commedia situazionale per vederne attuati gli effetti desiderat…