OGGI SONO TUTTI CONTRO CONTRO LA GUERRA USA IN SIRIA, MA SOLO PERCHE' C'È TRUMP: QUANDO C'ERA OBAMA PER CERTA "SINISTRA PROGRESSISTA" LA GUERRA ERA SOLO UNA "MISSIONE DI PACE"



Risultati immagini per CA rolls'

Di Salvatore Santoru

Il governo statunitense ha fatto lanciare delle bombe in Siria e ora "magicamente" il fronte anti-guerra è tornato ad essere maggioranza, ma solo perché c'è Trump.
Organizzazioni e gruppi di certa "sinistra progressista" e cosiddetta "liberal" che sostenevano la Clinton e la sua politica estera interventista sono diventati "magicamente" anti-interventisti e anti-guerra, ma solo perché c'è Trump.

D'altronde la stessa Clinton ha sostenuto il raid di Trump(1) e poche ore prima dello stesso l'ha pure richiesto, ma l'intervento militare e la guerra è tale solo se fatto da Trump o da qualche altro repubblicano, se è 'democratico' è "intervento umanitario" e "missione di pace".
Come le guerre imperialiste fatte durante l'era Obama, a partire da quella disastrosa contro la Libia(ma anche lo Yemen non scherza) ... con la differenza che al tempo, a parte i "soliti" movimenti anti-guerra e anti-interventisti di sempre,non vi era una maggioritaria opposizione perché invece di lanciare appelli per la pace e "contro la guerra in Libia" certo ambiente "liberal" e autoproclamato "progressista" era impegnato nel promuoverla, ovviamente a "scopo umanitario" per "rimuovere la dittatura" ed "esportare la democrazia", che in Libia non è ancora arrivata a quanto pare ...

NOTE:

(1)https://informazioneconsapevole.blogspot.it/2017/04/la-dichiarazione-della-clinton-favore.html

Share:

0 commenti