BREAKING NEWS

Corea del Nord, la mossa di Pyongyang; “Dialogo con Usa alle giuste condizioni”. Sorpresa a vigilia del summit con Cina

Risultati immagini per donald trump north korea
Dialogo con gli Stati Uniti? Sì, se ci fossero le giuste condizioni. L’apertura arriva da Choe Son Hui, direttore generale per gli affari americani del ministero degli Esteri della Corea del Nord. Lo ha detto intervistata dall’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, in una tappa a Pechino di ritorno dalla Norvegia: a Oslo la diplomatica ha incontrato una delegazione statunitense guidati da Suzanne DiMaggio, esperta di questioni iraniane. Choe ha anche dichiarato di aver “incontrato Pickering“, ex ambasciatore americano all’Onu presente a Oslo: “Ne discuterò quando ne avrò l’occasione in futuro”.
 La dichiarazione ricalca quella del presidente Trump chein un’intervista a Bloomberg News, si era detto disponibile a incontrare il leader nordcoreano nelle giuste circostanze, suscitando molto scalpore nei media. Forse un segnale di distensione dopo settimane di accuse incrociate. Pyongyang aveva minacciato “gli imperialisti americani“, colpevoli di aver sorvolato il territorio nordcoreano; gli Stati Uniti avevano inviato una squadriglia di navi americane, guidate dalla portaerei Carl Vinson, e avevano iniziato esercitazioni congiunte con la Corea del Sud e il Giappone in risposta alle “provocazioni” nordcoreane, come il lancio di missili balistici a medio raggio avvenuto alla fine di aprile. Il braccio di ferro era culminato con le accuse di un complotto ordito dall’intelligence statunitense e da quella sudcoreana per eliminare Kim Jong-un con una “sostanza biochimica”, a cui era seguita la minaccia di un “doppio attacco anti-terroristico” ai danni dei due Paesi.
Stati Uniti e Corea del Nord potrebbero avere un faccia a faccia a Pechino il 14 e 15 maggio, in occasione del Belt and Road Forum for International Cooperation, evento fortemente voluto dalla Cina per rilanciare “la nuova via della seta”. Inoltre il direttore generale per gli affari americani Choe non ha escluso un possibile dialogo anche con il neoeletto presidente sudcoreano Moon Jae-in, sostenitore del dialogo fra i due Paesi. Alla domanda su un potenziale incontro ha risposto: “Vedremo“, specificando che nel frattempo “noi osserveremo la situazione”.

Nessun commento