Quotidiani, ancora crollo verticale. A marzo Repubblica -19,4%, Libero -44,8%



Di Fabiola De Marchis

Nella classifica delle testate più diffuse, sulla base della somma carta+digitale, resta in testa il Corriere della Sera con 315.139 copie complessive, seguito da Qn-Quotidiano Nazionale (NazioneGiorno e Resto del Carlino) che con 235.693 copie scalza La Repubblica (227.482 copie). Al quarto posto Il Sole 24 Ore, poi la Gazzetta dello Sport del lunedì. E’ quel che risulta dalle rilevazioni Ads sul mese di marzo 2017.In calo tutti i principali giornali italiani, da Repubblica (-19,4%) a Corriere (-16,4%), Stampa (-14,1%), Il Sole 24 Ore (-12,5%), Giornale (-20,5% ), Libero (-44,8%) e Messaggero (-6,4%). Le percentuali sono calcolate rispetto al marzo 2016.
Il Fatto Quotidiano è stato il quotidiano italiano che ha registrato la maggiore crescita, mettendo a segno un +4,1% rispetto allo stesso mese del 2016 nella diffusione carta + digitale. Segno positivo anche per ItaliaOggi, a +3,3% per diffusioni totali.
Per quanto riguarda le sole vendite in edicola, la tendenza è simile: +31,6% per ItaliaOggi, +1,5% per Il Fatto, in calo tutti gli altri. La classifica dei più venduti vede in testa ancora CorriereQn e Repubblica. Segue la Gazzetta dello Sport. Sul digitale Il Fatto ha segnato un +13,8%. Crescono anche AvvenireQn-Giorno Italia Oggi.
Quotidiani, ancora crollo verticale. A marzo Repubblica -19,4%, Libero -44,8% Quotidiani, ancora crollo verticale. A marzo Repubblica -19,4%, Libero -44,8% Reviewed by Informazione Consapevole on maggio 10, 2017 Rating: 5

Nessun commento