Il Pakistan minaccia la pena di morte per bestemmia su Facebook

Risultati immagini per Taimoor Raza death pakistan

Di Tyler Durden
Zerohedge

Un tribunale pachistano per l'antiterrorismo ha appena emesso la prima pena di morte per reato di blasfemia sui social media domenica, secondo la Reuters . La sentenza è l'ultimo passo di un giro di vite  stringente sul dissenso sui social media da parte del governo del primo ministro Nawaz Sharif.


Taimoor Raza, 30 anni, è stato condannato per i commenti sprezzanti sul profeta Maometto, le mogli e le compagne, secondo Shafiq Qureshi, un pubblico ministero di Bahawalpur, una città a circa 300 miglia a sud di capoluogo Lahore. Raza è stato arrestato l'anno scorso dopo un dibattito sull'Islam sul social Facebook con un uomo che si è rivelato essere un agente dell'anti-terrorismo. E' stato una tra le 15 persone arrestate dal reparto antiterrorismo lo scorso anno, accusati di blasfemia, secondo la Commissione diritti umani del Pakistan e Reuters.

Il fratello di Raza, Waseem Abbas, ha dichiarato  al Guardian che era di famiglia “povera ma letterata”, e apparteneva alla minoranza della comunità sciita musulmana del Pakistan.
“ Mio fratello in un dibattito in uno show su Facebook con una persona settaria, che abbiamo saputo riconoscere dopo tempo, era un ex-ufficiale  [del reparto antiterrorismo] e si chiama Muhammad Usman,” ha detto.


Come riporta Reuters , la bestemmia è un argomento molto sensibile nella maggioranza musulmana del Pakistan, aver insultato il profeta Maometto è un crimine capitale per il quale decine di persone sono detenute nel braccio della morte. Anche semplici accuse sono sufficienti per innescare il clamore di massa e la plebaglia giustizialista.

Un tribunale antiterrorismo di Bahawalpur gli ha imputato la pena di morte”, ha detto Qureshi a Reuters.  E' la prima condanna a morte che coinvolge un caso legato ai social media.




Il Pakistan minaccia la pena di morte per bestemmia su Facebook Il Pakistan minaccia la pena di morte per bestemmia su Facebook Reviewed by Informazione Consapevole on giugno 12, 2017 Rating: 5

Nessun commento