"ORA È TROPPO" – DOPO L’ATTACCO AL LONDON BRIDGE, ESPLODE LA RABBIA DEL PREMIER THERESA MAY CHE CHIEDE DI RIVEDERE LA STRATEGIA ANTI-TERRORISMO - RAID A EST DELLA CITTÀ, FERMATE 5 PERSONE - CONFERMATO STASERA IL CONCERTO A MANCHESTER DI ARIANA GRANDE


Di Piera Matteucci per repubblica.it


Si aggrava il bilancio dell'attacco al London Bridge di sabato sera e cresce l'allerta anche al di fuori della Gran Bretagna. Le vittime, ha riferito la polizia britannica, sono sette, mentre i feriti sono 48, quattro dei quali francesi. Durante una conferenza stampa, la commissaria della polizia metropolitana di Londra, Cressida Dick, ha fatto il punto dopo l'attentato e ha confermato che al momento si ritiene che l'aggressione sia stata condotta dalle tre persone poi uccise dalla polizia.
"Sappiamo al momento che sono stati tre gli attentatori di ieri sera, non crediamo ci siano altri terroristi anche se continuiamo le indagini per escludere eventuali complici", ha precisato Dick. Intanto Sky News ha mostrato le immagini in diretta di un'operazione antiterrorismo in corso a Kings Road, a Barking, a est di Londra. Secondo l'emittente britannica, l'operazione è legata agli attacchi nella capitale. Gli agenti hanno fatto irruzione all'interno di un condominio e hanno portato via 5 persone, ha riferito, fra gli altri, il Daily Telegraph online.
Allerta resta 'grave'. È stato deciso per il momento di mantenere il livello di allerta anti-terrorismo nel Regno Unito a 'grave', nonostante l'attacco di Londra. A dirlo è stato il ministro degli Interni Amber Rudd nel corso di un'intervista ad Itv. Non è stato quindi alzato a quello più alto, 'critico', come invece era stato fatto per qualche giorno dopo la strage di Manchester perché si temeva che i complici dell'attentatore Salman Abedi potessero colpire.
Invito alla calma. La capitale britannica è ripiombata nel panico, a poco più di due mesi dall'assalto a Westminster: "È un momento difficile, capisco che la gente abbia paura. Vorrei che i londinesi e i turisti restassero calmi, vigili e attenti", ha detto ancora Cressida Dick. "Se vedete qualsiasi cosa che vi preoccupa, una persona o una cosa anche se non è significativa per favore contattateci sulla linea anti-terrorismo", ha aggiunto invitando "le persone a continuare a vivere normalmente". Secondo quanto riferito dalla responsabile della polizia metropolitana, gli attentatori di Londra indossavano cinture esplosive finte. "Lo scopo - ha spiegato la comandante - era quello di terrorizzare i passanti nel corso dell'attacco".

Share:

0 commenti